I 7 concepts di N-Joy

1) Muoviti 

Il corpo in cui vivi è una meravigliosa macchina pensata e progettata per muoversi.

Mentre una qualsiasi macchina costruita dall’uomo più viene utilizzata più si usura, la straordinarietà della macchina umana consiste nel fatto che un suo razionale utilizzo la mantiene e la migliora.

Non è fantastico ? Non credi?

“Move for Health” è il significativo slogan che l’OMS ha scelto per promuovere la pratica di un’attività fisica moderata ma costante come efficace farmaco naturale in grado di assicurare salute e longevità. Anche i nutrizionisti, nelle loro linee guida, non mancano di dare grande risalto all’incidenza di uno stile di vita attivo sulla salute generale degli individui.

Abbi buona cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui devi vivere

 

2) Mangia ciò che scegli e non ciò che trovi

Non siamo animali che attanagliati dalla fame mangiano ciò che trovano purché compatibile con la loro natura di carnivori o erbivori.

Possiamo scegliere. Possiamo informarci su come e cosa mangiare.

Una cattiva alimentazione incrementa le probabilità di obesità, ipertensione e ipercolesterolemia, che predispongono l’insorgenza di numerose malattie. Tutto ciò è la sola conseguenza, è l’effetto di un comportamento errato. La causa abita all’interno dell’individuo.

Dimmi cosa (e come) mangi e ti dirò chi sei

3) Abitudini di vita

Non esistono abitudini giuste o sbagliate. Esistono abitudini funzionali o inutili se non dannose.

Le abitudini inutili spesso limitano le nostre capacità di azione, sentimento e pensiero.

L’imposizione di un’abitudine funzionale senza che l’individuo la accolga e ne sia consapevole, non potrà mai produrre risultati efficaci in modo durevole.

Le abitudini diventano funzionali quando vengono abbracciate dall’individuo in modo stabile e consapevole

Molti s’impegnano ad allungare la durata della propria vita; pochi ad allargarla e arricchirla

4) Cambiamento

La sfida consiste nell’accettare la necessità di cambiamento attraverso l’apprendimento, che è reale solo quando è capace di modificare le nostre abitudini.

Il cambiamento è curiosità per il nuovo; è assecondare la nostra natura di esseri umani evoluti e migliorati grazie ai processi di apprendimento.

Il concetto contemporaneo non è più nel cambiamento, ma nella velocità del cambiamento; la velocità, tuttavia, non fa la differenza se si corre nella direzione sbagliata.

Non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

 

5) Relazioni con gli altri

L’essere umano è un animale sociale.

La piena realizzazione della dimensione affettiva ed emozionale è chiaramente un aspetto basilare e determinante verso la conquista del Wellness. Sentirsi bene con se stessi è il primo passo per vivere in serenità ed equilibrio i rapporti con gli altri.

Instaurare e mantenere delle relazioni autentiche come l’amicizia e l’amore non può che sprigionare in noi energie positive che risultano decisive per farci vivere soddisfatti e felici.

Il Benessere sociale è il benessere del singolo collegato alle relazioni che sviluppa con l’ambiente: rapporti all’interno dei quali la persona vive, che influenza ma, al contempo, ne è influenzato. In quest’ottica diviene cruciale la capacità di creare un contesto che sia di supporto, per il mantenimento di una sana autostima e  un controllo dello stress.

Ama il prossimo tuo come te stesso

 

6) Ecologico

Prendere in considerazione le conseguenze di nostre azioni e comportamenti significa attuare un controllo “ecologico”, cioè preoccuparci dell’impatto che il raggiungimento dell’obiettivo desiderato potrà avere su noi stessi, sulle persone che ci circondano, sul contesto in cui viviamo.

Nella definizione di un qualsiasi obiettivo, pertanto, una domanda fondamentale da porsi è: “Cosa accadrà quando avrò realizzato il mio obiettivo?”.

E’ la traduzione nei fatti della modalità di pensiero sistemico.

Raggiungere un determinato traguardo potrebbe infatti essere in sé estremamente desiderabile; alcune conseguenze, però, potrebbero risultare disfunzionali.

Se vogliamo che l’obiettivo sia davvero desiderabile e, soprattutto, ci procuri felicità e soddisfazione, dobbiamo assicurarci che le conseguenze piacevoli e positive della situazione attuale vengano mantenute o, quantomeno, che ad esse subentri qualcosa di equivalente

E’ facile dire che vogliamo vincere. Il difficile è stabilire qual è il prezzo che siamo disposti a pagare per raggiungere quell’obiettivo

7) Motivazione

La motivazione interagisce con temi quali la fatica, la sfida e il coinvolgimento.

Ispirazione e curiosità motivano l’individuo all’azione.

Dopo aver individuato obiettivi ben formati, l’applicazione della motivazione diviene motivo all’agire responsabile e consapevole.

Il perché lo vuoi è sempre più forte del perché devi.

I fogli bianchi sono come la vita di chi ha solo intenzioni